Sigaretta

Ne spengo una, fumata a bocconi tra una manciata Di chiacchiere e un pugno di risate Amare: avido di nicotina riempio un’altra cartina, come sempre con Troppo tabacco, e quella puntina Che avanza la butto, con disprezzo. Tanto il pacco è pieno. A fine giornata vorrei un’ultima sigaretta, un ultimo bacio, ultima puntina di te … Continua a leggere Sigaretta

Annunci

Quel fetido vicolo cieco

Un dí d’autunno entrai in un vicolo per comprarvi del fumo. Vi trovai un fiore dalle mille curve. Affissi un cartello: vicolo cieco e fetido. Dalla finestra vedevo anime sudice guardare e passare avanti. Poi entrasti tu: con quella faccia abituata a guardar per terra, non leggesti il cartello ed entrasti senza uscirne più. Qualcuno … Continua a leggere Quel fetido vicolo cieco

Rondine

Il cielo appassisce, gli alberi Tramontano. Il pomeriggio tentenna, il sole si accorcia. I locali si scaldano, l’aria si scopre. La mattina si rinfresca, le finestre timide, non guardano. Ed io no. No. Scappo. Verso un’estate O primavera. Solo Per tornar a quando si ride.

Considerazioni sul Fascismo.

Quello che sta accadendo oggi nei confronti dell'ideologia fascista è il medesimo fenomeno accaduto nel precedente secolo nei confronti dell'ideologia comunista. Il fatto che il fascismo fosse una censura ideologica non ti autorizza a censurarne l'ideologia: preso coscienza della tua convinzione ideologica di essere dalla parte della ragione e censurandone di conseguenza un'altra, da te … Continua a leggere Considerazioni sul Fascismo.

Cigno

Povero cigno. Così Candido, così elegante. Povero cigno. Abituato a Sguazzare in limpide acque: Mentre ora ricoperto di Oro nero cessa di nuotare. Povero cigno. L'ho visto per Strada su tacchi a spillo, salire Su macchine d'uomini senza Scrupoli. Povero cigno: ormai È tanto che nol si vede più, al Suo posto uno stormo di … Continua a leggere Cigno

Futuro

Fermo al semaforo, ingozzandomi di fumo pensavo solo a quando sarei partito; Macchina parcheggiata: tiro fuori il tabacco, rollo, fumo e immagino già di svegliarmi. Studio, leggo e mi immedesimo in come passerò la serata. Scrivo: non faccio caso alla parola e penso già alla successiva. Passato, presente, futuro. Chi dipende da chi?